SLA: POSITIVI I PRIMI TEST CON CELLULE STAMINALI DEL MIDOLLO

La BrainStorm Cell Therapeutics ha condotto una fase di sperimentazione su malati di sclerosi laterale amniotrofica utilizzando una terapia a base di cellule staminali del midollo. I primi risultati sono incoraggianti.

Il tecnologia è basata sullla “NurOwn” che trasforma le staminali del midollo dei pazienti stessi in “cellule terapeutiche”: le “manipola” trasformandole in cellule in grado di produrre composti neuro protettivi e neurotrasmettitori come la dopamina. Le cellule trattate con NurOwn vengono poi reinfuse nel corpo del paziente. Secondo l’agenzia Reuters è passata la fase di sperimentazione per cui è sicura e ben tollerata dai pazienti e si appresta ora a passare nella fase 2 ed essere testata per ottenere le prime prove di efficacia.

Dimitrios Karussis, capo dell’Unità Sclerosi Multipla dell’Hadassah Medical Center in Israele, ha anticipato che NurOwn ha anche dato qualche limitata prova di efficacia: infatti sembra migliorare la funzione respiratoria, la forza muscolare e la capacità di deglutire dei pazienti.

Fonte: Ansa

Scrivi un commento